fbpx
  • Nessun prodotto nel carrello.

Come avviare un business digitale basato sulla consulenza?

Vediamo i primi passi su cui impostare il lavoro di avvio attività.

Come prima cosa definiamo cosa si intende per business basato sulla consulenza. Personalmente per la definizione di questa nicchia di mercato preferisco sempre partire pensando a quello che sarà il cliente finale, il destinatario del progetto.


Il cliente di un business online basato sulla consulenza è quello che utilizza il web alla ricerca di esperienze.


Il cliente di un consulente è infatti qualcuno che ha bisogno dell’esperienza altrui per poter risolvere un suo problema, oppure raggiungere un obiettivo, ed utilizza il web per trovare chi è in grado di condividere questa esperienza.

Partendo da questo assunto, ne derivano due coordinate essenziali per impostare un business digitale basato sulla consulenza:

  1. Che occorre individuare gli argomenti più ricercati, e conseguentemente le parole chiave, sui motori di ricerca, come Google e Youtube (inteso ovviamente come motore di ricerca di video)
  2. Necessitiamo di un calendario editoriale, tramite articoli di blog o video, nel quale condividere la nostra esperienza

Da questo contesto discende una scelta strategica, ovvero individuare una nicchia nella quale focalizzare la nostra comunicazione e la nostra offerta.

Con questo intendo che dobbiamo circoscrivere al massimo il campo nel quale operiamo. Se siamo consulenti in ambito fitness e wellness, non dovremmo rivolgerci a tutti i possibili clienti target del nostro mercato di riferimento: giovani, adulti, anziani, persone che vogliono fare massa muscolare che voglio perdere peso, etc. Dovremmo scegliere solo una nicchia specifica, e lavorare di produzione contenuti solo su di essa. Questa scelta può non essere semplice perché un professionista può ritenere un peccato tralasciare fette di mercato nelle quali comunque ha una competenza per proporsi solo in un campo ristretto. Ma se intuitivamente questa scelta restrittiva può da adito a pensare di poter perdere opportunità, in realtà è proprio essa la scelta fondamentale di marketing. Solo focalizzandosi si potrà avere successo nel marketing digitale basato sulle ricerche degli utenti: infatti la vostra prima missione non sarà altro che quella di riempire il web di informazione esperienziali utili ad un unico target ben specifico che, in virtù di questa vostra specializzazione, vi identificherà come l’uomo giusto per i loro bisogni. Dovreste pensare anche al nome del vostro progetto, al logo, agli slogan e claim principali in modo da non lasciare mai nessun dubbio su quale sia la vostra specializzazione, il vostro ambito focalizzato di competenza.

Questo vi darà anche un vantaggio conseguente lato visibilità digitale: ovvero se creerete una buona mole di contenuti, tutti focalizzati su un argomento specifico, nel tempo gli algoritmi dei motori di ricerca riconosceranno il vostro sito come un punto di riferimento su determinate parole chiave, proprio perché disponete di molti contenuti che trattano uno specifico argomento, e di conseguenza vi porteranno molti accessi di utenti che sono alla ricerca di specifici argomenti.

Per questo i primi passi di partenza di un business basato sulla consulenza sono riassumibili nelle seguenti attività:

  1. Sito con motore di Blogging per realizzare articoli e landing page
  2. Canale Youtube
  3. Campagna Google Ads per portare traffico in attesa che il sito e gli articoli del blog vengano indicizzati a dovere (SEO)
  4. Campagna Pay per Click in Gmail
  5. Canali Social per diffusione contenuti del Blog e del Canale Youtube
  6. Ebook gratuiti per lead generation
  7. Email marketing tramite newsletter

Naturalmente non è necessario partire da subito con tutte le attività, né puntare su tutti i canali. Scegliete gli strumenti più sostenibili per voi e per la vostra organizzazione: ad esempio anche se in questo periodo storico i video lavorano molto bene sul web e sono in effetti molto efficaci ed utili, se per voi risulta difficoltoso produrre video con costanza e puntualità, potete ugualmente lavorare con il solo blog. Se non potete produrre contenuti costantemente potreste addirittura lavorare solo con un sito, una landing page ed una campagna promozionale pay per click su Google Ads e Gmail (ma attenzione: questo approccio è consigliato solo se disponete di professionalità relativamente rare nel mercato e siete super accreditati, ad esempio siete degli export manager con oltre 10 anni di esperienza nel settore del food).

Un’ultima considerazione dovrebbe essere relativa alla formulazione dei servizi da voi offerti. Senza voler entrare in eccessivi dettagli, una regola dovrebbe essere sempre ben chiara: dovete spiegare sempre, in maniera molto chiara, che tipo di servizio vendete, come funziona l’accesso alla vostra consulenza, quanto costa, e cosa devono fare i clienti interessati per aderire, o comunque per entrare in contatto con voi.

Non abbiate mai paura di inserire queste informazioni in tutti i possibili touchpoint con i vostri utenti: ovviamente specificate nel sito la vostra offerta e le condizioni in pagine dedicate e chiare, ma inserite queste informazione di servizio commerciale anche in chiusura dei vostri video, alla fine dei vostri articoli del blog, negli ebook gratuiti che creerete, nelle email delle vostre newsletter.

Coerentemente con queste regola, vi ricordo che nell’Enciclopedia Business Digitali trovate i corsi completi per essere operativi con tutti gli strumenti citati in questa breve guida: realizzazione di siti, blog, landing page, campagne Google Ads (Adwords) e Gmail, email marketing, video per youtube, etc. Per il programma completo, potere visionare la pagina dei corsi -> Programma Enciclopedia Business Digitali

7 Maggio 2019

Iscriviti alla Newsletter

Su
Enciclopedia Business Digitali© e Orientamento Business Digitali©. Tutti i Diritti Riservati. All rights reserved. P.I. 04959570260. Cookie & Privacy
X