fbpx
  • Nessun prodotto nel carrello.

Mi Puoi Indicare un Modo per Fare Soldi Online in Breve Tempo?

Il Concetto delle Nicchie Speculative

In molti mi fate questa domanda: “Vince, tu che sei esperto di Business Online, mi dici un modo per fare un po’ di soldi con il web in poco tempo?”.

Questa è una domanda che in moltissimi fate agli esperti di Business Digitali.

La risposta prevalente data da quasi tutti è più o meno questa: per fare soldi online occorre creare degli assets, un sito, un e-commerce, un funnel, una landing page, un blog, un canale Youtube, un Profilo Aziendale Facebook, dei Video, in sostanza dei contenuti abbinati ad un sistema di marketing, perché non c’è differenza tra il fare una vendita online o farne 100, in entrambi i casi occorre strutturare un business e dotarsi degli strumenti necessari.

E per strutturare un business digitale ovviamente occorre darsi da fare molto, un business non è una cosa che si possa realizzare senza studio, pianificazione, e impegno, in poco tempo.

Questa risposta è senz’altro vera, se online riesci a realizzare una vendita, allora ne puoi scalare anche 100 facilmente, ma se non hai dedicato il tempo necessario alla creazione degli strumenti, non solo non farai 100 vendite ma neanche una singola, perché quello che ti serve per fare un’unica vendita è lo stesso che ti serve per farne 100.

Allora quindi dovremmo presupporre che sia impossibile fare soldi online in poco tempo? Che la risposta alla vostra domanda debba essere: ci sono tanti modelli di business per fare soldi online, ma non in poco tempo, non prima di mesi e mesi di studio ed applicazione.

In realtà le cose sono più complesse e per la mia esperienza posso dirvi che invece è possibile fare soldi online in poco tempo, e soprattutto dedicando poco tempo a questa attività.

Come sempre la risposta è nel modello, per cui ora vi svelerò il concetto chiave per raggiungere questo obiettivo.

Il Concetto delle Nicchie Speculative

Per fare soldi online in poco tempo, per la mia esperienza, dovete adottare questo modello: trovare una nicchia di prodotti che sia speculativa e sfruttare i marketplace come Ebay per venderli con spedizione in tutto il Mondo.

Ma che cos’è una nicchia speculativa? Una nicchia speculativa è quella in cui i prodotti per una serie di ragioni non hanno un percepito di prezzo fisso e ben definito nella mente dei consumatori, e quindi possono essere rivenduti con ottimi ricarichi.

Vi spiego meglio il concetto raccontandovi la mia esperienza con questo genere di business. Mi capitò di leggere un articolo online sulle gemme, ovvero le pietre preziose. In questo articolo si diceva che le gemme sono un bene speculativo, in quanto i compratori associano in automatico un’idea di grande valore a questo bene senza sapere in maniera chiara quali siano i fattori che ne determinano il prezzo. Questo era vero soprattutto per due gemme in particolare: i rubini e soprattutto gli smeraldi, la cui scala del valore non è chiara e ben definita. In effetti il reale valore di queste due gemme è così complesso da valutare, per via dei molti fattori coinvolti, anche di soggettiva valutazione, che persino gli esperti non sono spesso concordi sul prezzo effettivo da assegnare a ogni gemma, figurarsi quindi i normali compratori. Per semplificare quindi questa incertezza sul prezzo, abbinata però ad un percepito di valore sempre comunque molto alto (si chiamano pietre preziose infatti) ne facevano un bene speculativo.

Incuriosito da questo concetto andai su Ebay a cercare smeraldi naturali, ed incredibilmente vidi un negozio in India che vendeva smeraldi naturali trattati con resine, quindi l’ultima qualità, ma visivamente bellini, a prezzi compresi tra 10 e 20 dollari americani. Ancora più incredibilmente mi accorsi che altri store su Ebay, siti in Europa o Usa vendevano gli stessi smeraldi (li riconobbi chiaramente dalle foto) a prezzi compresi tra 50 e 100 dollari.

Ero un po’ scettico per via del fatto che il bene era comunque molto di nicchia, una gemma non incastonata, ma decisi di provare perché gli store americani ed europei che vendevano queste gemme sembravano fare tante vendite. Quindi fedele al motto per cui il primo segreto per vendere è comprare bene, mi attivai per comprare dall’India uno stock di questi smeraldi da pochi soldi. L’operazione mi riuscii alla grande, vendetti su Ebay nel giro di un paio di mesi decine di smeraldi indiani, marginando il 75%, per darvi un’idea spesi circa 2500 dollari di smeraldi indiani e ne ricavai circa 10000 in due mesi e mezzo/tre mesi, gestendo questa attività nei ritagli di tempo (comunque c’è da dire che la cosa finì per assorbirmi alquanto perché comunque fare oltre 100 spedizioni, rispondere a qualche richiesta che sempre arriva su Ebay, gestire qualche contenzioso, qualche prodotto che non arrivava e piccole cosette che sempre capita di dover risolvere lavorando nei Marketplace, alla fine il tempo ti va via comunque).

Capii facendo questa cosa che le persone ritenevano 100 dollari un prezzo giusto per uno smeraldo naturale da 5 carati, con certificato canadese, di aspetto gradevole, anche se di ultima qualità e trattato con resine (enanched in gergo tecnico), perché uno di prima scelta con la stessa caratura sarebbe costato come un’automobile. E non importava se io lo avessi pagato tra i 10 e i 20 dollari. Inoltre era un bene raro da trovare in giro, ed in effetti devo dire che ne ho spediti tanti in luoghi veramente remoti, tra cui Brasile, Colombia, USA, e tantissimi in Russia, in luoghi sperduti dalla periferia del distretto di Mosca fino a Vladovy Vary, che sarebbe un distretto alla fine della Transiberiana.

Un’attività di questo tipo non vi porta via tanto tempo perché tutto il lavoro di vendita lo fa Ebay, voi dovete solo acquistare uno stock di un prodotto speculativo, e possibilmente raro/scarso da trovare fisicamente, fare un annuncio in inglese, mettere la spedizione internazionale, e ovviamente gestire gli ordini. Un po’ di tempo vi andrà via sicuramente ma comunque in misura inferiore a quello che dovreste dedicare ad un business online pianificato e strutturato. Il maggior lavoro di marketing da fare con le nicchie speculative è proprio quello di individuare la nicchia.

Per semplificare il modello sarebbe questo:

Individuazione Nicchia Speculativa (Idea) + Marketplace + Gestione Ordini + Ripetizione

Contro il modello più strutturato del vero e proprio business digitale, che potrebbe essere illustrato così:

Studio + Idea + Business Plan + Creazione Prodotti/Servizi o Catalogo + Creazione Assets Commerciali + Go to Market + Monitoraggio Gestione ed Ottimizzazione dei Processi

Chiaramente il secondo schema è più complesso, c’è da dire però che i risultati che porta sono molto più scalari, stabili duraturi e controllabili nel tempo. Nelle nicchie speculative tutto può svanire molto rapidamente, si tratta di iniziative perlopiù estemporanee. Basta ad esempio che il vostro fornitore di smeraldi enanched per un certo periodo non abbia nulla da vendervi o cambi i prezzi che tutto il vostro sistema salta. Oppure basta che altri scoprano la nicchia, replicando il vostro sistema, che è molto semplice in fondo da copiare, per azzerarvi il business.

Il lavoro delle nicchie speculative, per essere fatto come business digitale (quindi trasformato in sistema), implicherebbe una ricerca continua di nuove nicchie, e quindi una continua assunzione di rischi, oppure richiederebbe una buona capacità di investimento, tale da creare delle grandi scorte di magazzino, quando c’è l’opportunità, in modo che possiate presidiare la nicchia in posizione di forza per un certo tempo.

Se siete interessati all’argomento nicchie speculative, iscrivetevi alla newsletter del sito, perché a breve lancerò un altro articolo su un’altra nicchia speculativa su cui ho lavorato, che può rendervi più semplice comprendere il concetto e soprattutto capire come scovare queste nicchie, se siete interessati a lanciare iniziative su questo modello.

E naturalmente se siete impazienti di partire ho due opzioni per voi:

  1. 1. Iscrivetevi all’enciclopedia dei business digitali, in cui sono compresi i corsi dedicati ad Amazon ed Ebay dove troverete moltissimi spunti operativi sull’argomento -> Clicca Qui!
  2. 2. Prenotate una Live Call direttamente con me e parliamo di persona 😉

Oppure fate 31 direttamente ed iscrivetevi tramite il Bundle Entry, in cui avrete sia accesso all’Enciclopedia, sia avrete compreso la Live Call con me -> Iscriviti Qui.

Sempre sul Pezzo 🙂

A presto!

Vince

8 Maggio 2019

Iscriviti alla Newsletter

Su
Enciclopedia Business Digitali© e Orientamento Business Digitali©. Tutti i Diritti Riservati. All rights reserved. P.I. 04959570260. Cookie & Privacy
X